Privacy Policy e note legali

sabato 6 agosto 2011

Mangiare insetti: l'ho rifatto


Mangiare insetti? Si può e secondo la FAO si deve. Nei prossimi anni è previsto infatti un aumento del consumo di carne che potrebbe raggiungere la quantità di 80 kg a testa, immaginate il consumo di territorio. Mangiare insetti è quindi una delle poche alternative percorribili per un mondo sostenibile. Allevare insetti infatti produce meno gas serra rispetto all'allevamento tradizionale, consente di produrre molta più carne per unità di mangime e di fornire alimenti concorrenziali dal punto di vista nutritivo.

La materia prima

Tutto questo per dire che dopo la mia esperienza del 2009, ho nuovamente partecipato alla cena entomofaga, tema della serata era Riso e insetti, organizzata dal Museo di Storia Naturale di Bergamo. Anche quest'anno la cena è stata preceduta da una conferenza tenuta dall'entomologo Roberto Fabbri e dal critico enogastronomico Davide Oltolini. Se vi interessano informazioni ulteriori sulla storia e sui pregi dell'entomofagia vi consiglio di rileggere il post precedente. Questa volta i miei piatti preferiti sono stati la paella con verdurine croccanti e insetti misti e il gelato "fior di camola" e ho avuto la possibilità di assaggiare il grillo nero che negli anni precedenti mancava. Alla prossima.

La conferenza introduttiva (da sinistra verso destra): Marco Valle, Direttore del Museo di Scienze Naturali di Bergamo, Roberto Fabbri, entomologo, Davide Oltolini,critico enogastronomico.

Paella con verdurine croccanti e insetti misti


Gelato "fior di camola"


7 commenti:

Lisa ha detto...

Non so quanta fame dovrei avere prima di convincermi ad assaggiare quella roba, ma sospetto veramente molta.
Complimenti per il coraggio nel rompere i tabu'.

Livio L. ha detto...

Non vedo alla fine tanta differenza rispetto ai cosiddetti frutti di mare. In Africa ho mangiato anche la termite regina! :-D

robi63 ha detto...

ciao livio

saranno anche nutrienti ma a me viene la pelle d'oca solo al pensiero ....
non siamo ancora pronti per un passo simile

robi63

Livio L. ha detto...

@Robi63: hai ragione, non siamo pronti. Le barriere culturali sono molto difficili da abbattere.

Anonimo ha detto...

Ciao...sai se anche quest'anno ci sarà quest'evento?Perchè vorrei provare questa cucina particolare però non ci sono ristoranti che la propongano. Grazie.

Livio Leoni ha detto...

È ancora presto per sapere se Musei di Notte e quindi la cena entomofaga troverà ancora spazio nella programmazione degli eventi bergamaschi. Appena saprò qualcosa riferirò con un apposito post. A presto, spero con notizie positive.

Anonimo ha detto...

Ti ringrazio della risposta. Nella speranza che riescano ad organizzare anche quest'anno, a presto!